lunedì 21 febbraio 2011

I quinari sdruccioli

A Sanremo abbiamo sentito tra le altre una canzone di Albano che aveva le strofe di quinari sdruccioli con settenario finale in contrappunto.
Se andiamo a contare sillabe e accenti di questa definizione, come se fosse un verso di cui dobbiamo individuare il tipo, vediamo che "quinario sdrucciolo" è effettivamente un quinario sdrucciolo.
Per quanto riguarda i settenari finali delle strofe carrisiane, non so se sia la definizione corretta, ma avendo l'accento sulla terza sillaba li definirei "settenari anapestici".
Andando anche qui a contare, possiamo dire che "Settenari anapestici" è un settenario anapestico sdrucciolo. E "settenario anapestico sdrucciolo" cos'è?
Più semplicemente, un decasillabo sdrucciolo; ma volendo anche un decasillabo anapestico sdrucciolo.
Ora, nella seconda ipotesi "decasillabo anapestico sdrucciolo" è un semplice endecasillabo sdrucciolo; ma nella prima, "decasillabo sdrucciolo" cos'è?
Un bel settenario anapestico sducciolo, come l'espressione "settenario anapestico".
E il cerchio si chiude, no?

1 commento:

marco ha detto...

Un saluto da eagle65.
Consolati con la prossima tourné di Lou Reed.