giovedì 18 dicembre 2008

"Sticazzi" e "mecojoni": una questione filologica

E' noto che le lingue cambieno, si evolveno, si trasformeno, si contamineno: la ggente si incontreno e così le parole di un dialetto si diffondeno anche presso quelli che ne parleno un altro.

Però non sempre quelli che adotteno le parole degli altri le capischeno suBBito, così si sente usare certe espressioni in modo non coRetto.

Per esempio: uno degli effetti della (immeritata) fama di certi personaggi provenienti dalla mia città, LA città, è che adesso sento usare perfino in toscana la ben nota espressione "sticazzi", che è tipicamente capitolina: peccato però che per lo più la si usi in modo iNproprio.

"Sticazzi", infatti, contrazione evidente di "questi cazzi", è un tipico esempio di linguaggio neutro maschile: cioè il punto di vista parziale di uno dei due sessi che si afferma, o viene fatto affermare come neutro ed universale.
In questo caso specifico, significa che dal punto di vista del maschio il cazzo è cosa di poco conto: ce l'hanno tutti e non è oggetto di desiderio da parte sua (l'unico apparato riproduttivo che considera importante è il proprio, e ci tornerò), ed è anche per questo che una cosa bella è una "ficata" (il punto di vista omo, nella cultura popolare-dialettale, viene del tutto ignorato).

E' quindi sbagliato usare "sticazzi" nel senso di "accidenti!", "però", o per commentare qualcosa di eccezionale: "sticazzi" infatti significa "e chi se ne frega".
E' come se uno dicesse ironicamente "e non aggiungi questi cazzi, cosa poco importante, alla cosa poco importante che hai appena detto?" oppure "a proposito di cose trascurabili, perché non parliamo anche di questi cazzi?".

Se invece si vuole commentare qualcosa di eclatante, in senso sia negativo che positivo, comunque clamoroso, si usa "mecojoni", che è contrazione di "i miei coglioni", ovvero parte dell'unico apparato sessuale maschile che, come ho detto, l'uomo considera importante: è questa l'espressione che si usa per dire "ma dai! davvero?"
Rispondere con quest'esclamazione è come dire "per i miei coglioni", come si dice "per Giove": è un modo per dire che ciò che abbiamo appena sentito, o visto, merita di essere commentato nominando qualcosa di MOLTO importante, come appunto ogni uomo ritiene siano i propri coglioni.

Perciò:
-Briatore va in vacanza a Cortina
-E sticazzi

-Montella al dderby ha fatto 4 gol
-Mecojoni!

Capito?

(la seconda puntata qui)

AGGIUNTA: Accolgo il prezioso suggerimento di Arcomanno ed aggiungo questo spettacolare video esplicativo:

8 commenti:

lucadex ha detto...

Vediamo se ho capito bene:
"I Wailers suonano al Metarock! Sticazzi!"
"I Nine Inch Nails suonano al Metarock! Mecojoni!"

arcomanno ha detto...

Spiegazione perfetta, Giulio. Mi permetto di segnalarti un video relativo a "sti cazzi" che potresti "embeddare" a spiegazione finale del tuo post (per quelli proprio duri).

http://it.youtube.com/watch?v=23PIlwLPf8o

Si vede che in Toscana, Boris non lo hanno visto in molti.

PS: Per "Mecojoni" potresti farne uno tu.

the-freewheelin-giuliopk ha detto...

Arco, ho ovviamente fatto come mi hai suggerito: mi sono venute le lacrime agli occhi a immaginarmi lo spettacolo...
Io di boris ho visto solo qualche pezzo su youtube, è sublime.

Luca: esatto, perfettamente, si vede che veniamo da zone vicine.
Ah, lo sai? David Byrne ha fatto un nuovo disco...

lucadex ha detto...

Sticazzi!!! :-) (sono diventato bravo, eh???)

arcomanno ha detto...

Nella prima serie Martellone porta "Bucio di Culo" in tourné a Parigi...

Vai di emule o torrent o quello che vuoi e tirati giù tutte e due le stagioni: meritano davvero.

E' na robba....

the-freewheelin-giuliopk ha detto...

Ho visto tutto Boris, poi: siamo alla meraviglia!!

Ho avuto anche per vie traverse la conferma che ci sarà una 3a stagione: iniziano a girarla a luglio e andrà in onda a ottobre.

Non vedo l'ora.

@Luca: io invece, sentito il nuovo Byrne, commento "mecojoni"!

valentina ha detto...

BON TON
Due amici si riincontrano dopo tanto tempo.

-Ciao! E' da tanto che non ci vediamo, cosa hai fatto dopo l'università?

- Mi sono trasferito a Parigi, dove ho aperto una piccola galleria d'arte.

- Magnifico!

- Poi ho fatto una mostra che ha avuto molto successo ed è diventata la più famosa della città.

- Magnifico!

- Poi ho sposato un'ereditiera e siamo andati a vivere a New york.

- Magnifico!

- E lì ne abbiamo aperta un'altra, dove espongono pittori molto famosi.

- Magnifico!

- E tu, nel frattempo, cosa hai fatto?

- Ho seguito un corso di bon-ton.

- E cosa hai imparato?

- Ho imparato a dire: "Magnifico!"

- Perché, prima cosa dicevi?

- "STI CAZZI!!!"


... in questo caso... ?

the-freewheelin-giuliopk ha detto...

Direi che è usato in maniera assolutamente corretta:

farebbe poco ridere se al corso gli avessero insegnato soltanto a non usare parolacce per dire "meraviglioso":
tutta la barzelletta si basa sul fatto che "meravglioso" è il contrario di ciò che pensa, e prende in giro il bon ton che ritiene educato mentire.

Quello "sticazzi", perciò, è decisamente un "e chi se ne frega".